COME LUCIDARE LE CREAZIONI IN FIMO: tutti i metodi consigliati e non consigliati per lucidare le paste polimeriche

L'effetto lucido sulle creazioni in pasta polimerica è molto apprezzato soprattutto se si vuole impreziosire la creazione o far risaltare alcuni dettagli. 
Vediamo insieme come lucidare le tue creazioni con tutti i metodi più adatti

TIPI DI LUCIDO

I lucidi adatti alle paste polimeriche sono a base d'acqua.  Inoltre le vernici per paste polimeriche possono dare due effetti: opaco e effetto super lucido. Il lucido opaco viene scelto spesso per ottenere l'effetto opaco e per proteggere e fissare eventuali dettagli realizzati con pigmenti o gessetti policromi. L'effetto finale dona alla creazione un effetto opaco e i dettagli sono protetti e fissati. La vernice lucida, effetto gloss, dona appunto un effetto lucido e brillante. Le vernici per paste polimeriche però non vi garantiranno un effetto "vetro" anche se fate moltissime passate. Per ottenere l'effetto vetro bombato è necessario utilizzare la resina. E' possibile lucidare le creazioni anche senza l'uso di vernici apposite. In questo caso, come vedremo più avanti, si possono utilizzare le carte abrasive e lucidare a mano scartavetrando il pezzo. 

Ricorda che le creazioni vanno lucidate solo da cotte. Non applicare vernici prima della cottura.

BISOGNA SEMPRE LUCIDARE UNA CREAZIONE?

La lucidatura di una creazione in pasta polimerica non è un passaggio obbligatorio. Questo significa che non è essenziale lucidare le creazioni; molti creativi infatti non lucidano mai le proprie opere oppure lucidano solo qualche dettaglio. 

Spesso si pensa che se la creazione non viene lucidata si rovinerà con il tempo. Non è vero, la creazione non lucidata non si rovinerà anzi, essendo il lucido per le paste polimeriche a base d'acqua, la creazione tenderà a rovinarsi maggiormente se lucidata (ad esempio una creazione lucidata con un prodotto apposito, a contatto con l'acqua, tenderà a perdere l'effetto in poco tempo). Diverso invece se avete applicato dei pigmenti, acrilici o altre polveri. In questi casi un lucido potrebbe essere utile per fissare ulteriormente il prodotto applicato.

Quindi, in genere le creazioni non vanno per forza lucidate. Dipende dai vostri gusti, dalla lavorazione e dall'effetto che volete ottenere per la vostra creazione. 

QUALI SONO I LUCIDI PIU' CONSIGLIATI

Per lucidare le vostre creazioni potete utilizzare:

  • vernici a base d'acqua specifiche per paste polimeriche sia con effetto opaco sia con effetto lucido. Le vernici giuste sono della stessa marca delle paste polimeriche che usate (fimo, sculpey, cernit ecc). Questo non significa che se avete utilizzato la pasta "Fimo" allora dovete utilizzare il lucido "Fimo"; vanno benissimo tutti i lucidi indipendentemente dal tipo di pasta utilizzato, l'importante è che siano specifici per paste polimeriche. Una vernice adatta, molto consigliata per l'effetto super lucido è la Pearl Ex Varnish.

  • resina epossidica: per ottenere l'effetto vetro e bombato, molti creativi utilizzano la resina per lucidare le loro creazioni. La resina può essere tranquillamente applicata alle paste polimeriche, sempre solo dopo la cottura. Per imparare ad utilizzare la resina vi consigli di iscrivervi al nostro gruppo dedicato TUTTO SULLA RESINA e di leggere sempre le istruzioni applicate sulla confezione.
  • fimo liquid: può essere un buon lucidante soprattutto se utilizzato insieme alla heat gun (pistola calda). Il fimo liquid tendenzialmente dona un effetto opaco e lattiginoso se cotto in forno; da crudo e scaldato con la heat gun ha un effetto più lucido e trasparente (come vedi nel video qui sotto). Ricorda che il fimo liquid non asciuga all'aria, deve essere sempre cotto in forno oppure con heat gun.
  • carta vetrata: prepara una bacinella d'acqua con un po' di sapone per i piatti. Procurati delle carte abrasive dalla 600 alla 1500 e un panno morbido. Immergi la creazione nella bacinella e comincia a scartavetrare la superficie con movimenti circolari partendo da una grana di 600/800. Aumenta poi gradualmente fino ad arrivare ad una grana di 1200/1500. Ricorda di non saltare nessuna grana altrimenti rischi di graffiare la superficie. Quando una creazione è ben lucidata vedrai gradualmente l'effetto specchio. Per terminare la lucidatura, passa la creazione su un panno morbido oppure uno strumento simile al Dremel con il panno come testina girevole. Questo è il metodo più faticoso e richiede molto tempo, ma l'effetto specchio è assicurato senza utilizzare prodotti!
COSA NON UTILIZZARE PER LUCIDARE LE TUE CREAZIONI


I prodotti elencati in questo paragrafo sono generalmente sconsigliati dalla gran parte dei creativi perché non sono considerati adatti e nel lungo tempo non tengono o rovinano le creazioni. In generale, i lucidi non adatti rimangono appiccicosi (sembra che non asciughino mai) e nel peggiore dei casi corrodono la creazione.

 Ricorda che sei libero di provare ad utilizzarli comunque, ma è a tuo rischio e pericolo :)

Sarebbe meglio non utilizzare:

  • smalto per unghie: QUI PUOI LEGGERE un articolo interamente dedicato al tema
  • vernici spray: non sembrano esserci in commercio vernici spray specifiche per le paste polimeriche. Spesso gli spray contengono sostanze che possono far reagire la pasta polimerica e quindi rovinare le vostre creazioni
  • lacca per capelli: oltre alle sostanze contenute nelle comuni lacche per capelli che possono rendere la creazione appiccicosa, la lacca non è indicata per durare a lungo nel tempo
  • vernici NON a base d'acqua: molte vernici contengono alcool, acrilici o altre sostanze non adatte che reagiscono alla pasta e possono corroderla
  • vernici per decoupage: alcune vernici per decoupage rimangono appiccicose se a contatto con la pasta
Concludendo, utilizzare vernici adatte alle paste polimeriche vi consente di ottenere fin da subito l'effetto desiderato senza rischiare di rovinare le creazioni. Puoi acquistare i lucidi su un qualsiasi sito dedicato alle paste polimeriche o negozi appositi.

Post più popolari

LA COTTURA DELLE PASTE POLIMERICHE: come si cuoce il fimo e le altre paste polimeriche

TUTTO SUL FIMO- Primi passi con il Fimo: cos'è e come si usa

LA RICEVUTA GENERICA: cos'è, come compilarla e perché farla se vendi creazioni artigianali

Ricetta della pasta di mais - porcellana fredda senza cottura

TUTTO SUL FIMO: Come dare i prezzi alle proprie creazioni

COME INCOLLO IL FIMO A TUTTE LE SUPERFICI

QUAL E' LA PASTA POLIMERICA MIGLIORE?: confronto tra i tipi di paste modellabili

FORNO PER IL FIMO: quale comprare, quali caratteristiche e come usarlo

COME SCRIVERE SUL FIMO - tutti i metodi e le tecniche per scrivere sulle paste polimeriche

COSA PUO' CUOCERE INSIEME AL FIMO? Tutto quello che puoi e non puoi mettere in forno quando realizzi creazioni