Ricetta della pasta di mais - porcellana fredda senza cottura

Quest'anno ho voluto sperimentare una nuova pasta modellabile 100% handmade! 
A differenza delle paste polimeriche infatti, la pasta di mais (o porcellana fredda) si può realizzare in casa con ingredienti facilmente acquistabili in qualsiasi supermercato.

La ricetta

Premetto che nel web ci sono milioni di miliardi di ricette diverse e uno non sa mai che ricetta è la migliore per evitare pasticci e di sprecare materiale. La ricetta base con cui io mi sono trovata particolarmente bene  è la seguente:
  • 1 bicchiere di colla vinilica
  • 2 bicchieri di farina di mais (tipo maizena)
  • 2 cucchiai da minestra di olio per bambini (tipo olio johnson)
Aggiungete prima le parti liquide e mescolatele per qualche secondo tra loro; aggiungete poi poco per volta la farina mescolandola piano piano. Sporcatevi le mani di farina e iniziate ad impastare finché non ottenete un panetto. La consistenza della pasta è a vostra discrezione; c'è chi la preferisce più morbida chi un po' più dura.
  • Se vuoi la pasta più dura perché troppo molle: aggiungi farina
  • Se vuoi la pasta più morbida: aggiungi la vinavil
Ognuno poi si regola in base alle necessità. Partite dai 3 ingredienti base e poi regolatevi in base ai vostri gusti :) 

Il video che mi è stato di aiuto è il seguente:

Colorare la pasta di mais

La pasta di mais può essere colorata in mille modi ed è possibile aggiungere anche dei glitter. Aggiungete al panetto bianco un po' di tempera colorata oppure dei colori acrilici. I colori dopo l'asciugatura tenderanno a scurirsi leggermente. 

Che differenza c'è tra la pasta di mais e le paste polimeriche (ad esempio il Fimo) ?

Le principali differenze riguardano:
  • la cottura/ascigatura: la pasta di mais asciuga completamente all'aria. Non necessita quindi di cottura in forno come invece occorre al fimo. L'asciugatura può ritenersi completa in 12/24 ore in funzione della grandezza della creazione. Attenzione che se non lavorate abbastanza velocemente i pezzi esposti all'aria, qualcuno comincerà a seccarsi, quindi prendete poca pasta alla volta. 
  • la conservazione: il fimo (e le altre paste polimeriche) è utilizzabile sempre e dura addirittura negli anni. I panetti più vecchi necessitano di essere ammorbiditi con prodotti appositi,  ma a parte questo piccolo inconveniente i panetti durano in eterno. Per quanto riguarda la pasta di mais invece, i panetti se conservati bene (ad esempio chiusi in sacchetti ermetici) possono durare anche qualche mese. Una volta seccati però sono irrecuperabili
  • la resa: quando una creazione in pasta polimerica è completa sembra di plastica, dai colori molto vividi e resistente. Le creazioni in pasta di mais hanno colori più pastello e più simili appunto alla porcellana.

Se vuoi avere altre info e altre dritte sulla pasta di mais, 
ISCRIVITI al mio gruppo Facebook
e utilizzando la funzione "cerca nel gruppo" inserisci le parole chiave che ti servono...oppure pubblica un post :) ci sono tante discussioni sul tema!




Post più popolari

COME AMMORBIDIRE PANETTI DI PASTA POLIMERICA VECCHI, DURI e che si SBRICIOLANO : i prodotti e le tecniche consigliate

COME SCRIVERE SUL FIMO - tutti i metodi e le tecniche per scrivere sulle paste polimeriche

COME LUCIDARE LE CREAZIONI IN FIMO: tutti i metodi consigliati e non consigliati per lucidare le paste polimeriche

LA COTTURA DEL FIMO: come si cuoce il fimo

TUTTO SUL FIMO- Primi passi con il Fimo: cos'è e come si usa

COME INCOLLO IL FIMO A TUTTE LE SUPERFICI

LA RICEVUTA GENERICA: cos'è, come compilarla e perché farla se vendi creazioni artigianali

COSA PUO' CUOCERE INSIEME AL FIMO? Tutto quello che puoi e non puoi mettere in forno quando realizzi creazioni

COME CONSERVARE I PANETTI DI PASTA POLIMERICA APERTI: tutti i metodi consigliati e non consigliati