QUAL E' LA PASTA POLIMERICA MIGLIORE?: confronto tra i tipi di paste modellabili

dicembre 28, 2015
Quali marche di paste polimeriche sono migliori di altre? Che differenza c'è tra un tipo di pasta e l'altra? Quali sono i pro e i contro di ciascuna e soprattutto qual è quella perfetta per me e per le mie creazioni? Raccogliamo in questo articolo i principali confronti tra le diverse paste polimeriche!

Nel momento in cui un creativo si avvicina al mondo delle paste polimeriche rimane sicuramente sbalordito ( e anche un po' confuso) dal quantitativo incredibilmente vasto di paste polimeriche attualmente in commercio. Ogni marca e ogni tipologia di pasta ha pregi e difetti in relazione a particolari tipi di lavorazione e naturalmente ai nostri gusti personali. Non tutte le paste quindi vanno sempre bene per tutto e sono adatte a tutti! C'è chi si trova meglio con le paste morbide, chi invece con quelle più dure, chi apprezza di più i colori di una marca, chi di un'altra ecc. Insomma, al di là delle proprietà chimiche e delle caratteristiche oggettive delle paste, anche il fattore soggettivo conta! In particolare ciò che influisce sulle differenze tra paste riguarda:

-quanto il panetto è vecchio/nuovo: se nuovo può apparire più morbido, se vecchio più duro rispetto alla consistenza "normale"
-modalità di condizionamento: pasta poco condizionata può portare a rottura più facili
-modalità di cottura: metodi di cottura non idonei possono rendere le paste più fragili e facili da rompere nel post cottura
-modalità di conservazione: paste conservate male facilitano il processo di asciugatura degli oli delle paste rendendole più dure fino a diventare difficilissime da lavorare

Proprio per tutte queste variabili in gioco, la stesura di questo articolo è un po' complicata: i confronti e le caratteristiche che leggerete in questo articolo non sono verità assolute, ma sono pareri personali legati ad esperienze delle ragazze del gruppo TUTTO SUL FIMO. Il modo migliore quindi per capire quale pasta è perfetta per le proprie lavorazioni e quale va un po' meglio di altre in base ai vostri obiettivi creativi, dipende dall'esperienza che voi farete con queste paste. Di seguito trovate i principali confronti che sono emersi per aiutarvi comunque a fare chiarezza:

Differenza tra Fimo Soft e Fimo Professional
  • -Le principali differenze tra questi due tipi di pasta della stessa marca si evidenziano nella malleabilità e consistenza. Il fimo soft è infatti più morbido, mentre il fimo professional è più consistente e "duro" favorendo lavorazioni più precise. 
  • -Alcune creative riferisco anche che il fimo professional è più resistente ed elastico dopo la cottura rispetto al soft, che tende a rompersi più facilmente. 
  • -La gamma professional inoltre presenta panetti con pigmentazione "pura" quindi, nel momento in cui vengono mescolati, possono dare sfumature più veritiere e con colori appunto più realistici. 
  • -Alcune creative infine riferiscono che il fimo professional tende ad indurirsi e sgretolarsi facilmente: a parità di conservazione con altre paste, il fimo professional si sgretola e indurisce più facilmente nel tempo 
  • -stessa modalità e tempi di cottura, possono essere mescolati


Differenza tra Fimo e Premo - Sculpey
  • -Il premo appartiene alla marca Sculpey, mentre il Fimo alla marca Staedtler quindi partiamo con il dire che sono panetti di marche diverse. 
  • -Il premo viene descritto come più morbido e più malleabile del fimo. A parità di conservazione con il fimo professional, il premo mantiene la corretta morbidezza e non indurisce nel tempo a differenza del professional che tende a diventare più duro
  • -stessa modalità e tempi di cottura, possono essere mescolati
  • Sembrerebbe essere la pasta più morbida in commercio
Differenza tra Premo e Premo Accents 
  •  -i panetti appartengono alla stessa marca, la Sculpey
  • -i colori Premo sono più classici, mentre i colori Accents sono più particolari (opale, pigmentati, glitterati, metallizzati ecc). 
  • -Stessa consistenza
  • -stessa modalità e tempi di cottura, possono essere mescolati 
Differenza tra Cernit e altre paste
  • -Diverse creative riferiscono che il cernit è una pasta più dura rispetto alle altre in commercio. Si fa quindi più fatica a lavorare rispetto ad altre paste. Alcune riferiscono anche che dopo averla condizionata sia ammorbidisce eccessivamente, quindi è difficile lavorarla 
  • -stessa modalità e tempi di cottura, può essere mescolato a tutte le altre paste (tranne Kato!)




Differenza tra paste e Todo-You Clay / Pardo 
  • -la pasta you clay- pardo appare molto morbida come consistenza e facile da lavorare
  • -Viene venduta in una pratica confezione richiudibile, perfetta per conservare la pasta nel lungo tempo
  • -Non presenta particolari differenze oggettive rispetto ad altre paste
  • -può essere mescolata ad altre marche e ha gli stessi tempi e modalità di cottura (tranne Kato)

Differenza tra Artifact e altre paste polimeriche

  • La consistenza dell'Artifact è simile al fimo soft, quindi è morbida, ma non troppo
  • stesse modalità di lavorazione delle altre paste e stessi tempi di cottura
  • può essere mescolata ad altre paste (tranne Kato)
  • colori molto belli e buona varietà di tipologie


Differenza tra Kato e altre paste 
  • -Pasta dalla consistenza molto dura (a volte è necessario martellarla per facilitare il condizionamento). Perfetta per i lavori di massima precisione come murrine e canes
  • -Costo un po' più elevato, più difficile da trovare in Italia rispetto ad altre paste
  • -E' l'unica pasta che non può essere mescolata ad altre: ha infatti tempi di cottura differenti. A differenza delle altre paste fino ad ora citate che cuociono a 130 gradi, la Kato cuoce tra i 150 e 170 gradi.  Non è quindi mescolabile con nessuna altra pasta!

Come potete leggere in questo articolo, non esiste la pasta perfetta e non esiste un parere unanime riguardo alle loro caratteristiche. Uno dei consigli più utili riguardo ai confronti tra paste è di provare voi stessi a lavorarle sperimentandole personalmente in base alle vostre tecniche di lavorazione. 

Grazie alle  ragazze del gruppo TUTTO SUL FIMO che hanno permesso di raccogliere così tante informazioni sulle paste!! Se volete condividere con noi le vostre esperienze personali, commentate il post oppure iscrivetevi al gruppo facebook!



Powered by Blogger.