MI RUBANO LE FOTO E MI COPIANO LE CREAZIONI! Quando la creatività nel mondo creativo è un optional

Il titolo (volutamente provocatorio e apocalittico) riassume una condizione abbastanza comune nelle arti creative specialmente dopo l'avvento di internet. La paura di essere "copiate" e addirittura vedere le proprie creazioni pubblicate su un altro sito a nome di qualcun altro è sempre più frequente. Vediamo come proteggerci e difenderci quando possibile da queste situzioni spiacevoli con pochi e semplici passi e anche come prendere provvedimenti in caso di situazioni particolarmente gravi

COSA VUOL DIRE COPIARE
Partiamo dal presupposto che stiamo parlando di creazioni fatte a mano, uniche nel loro genere e mai riproducibili uguali. Il fatto che ognuno abbia la sua mano però, non vuol dire necessariamente che possiamo prendere, riprodurre e appropriaci spudoratamente di una tecnica e di uno stile quando in realtà non è nostro al 100%. Dire: "L'ho inventato io" quando prima di te altre persone lo hanno già fatto (e tu lo sai benissimo!) non è proprio una cosa amorevole e corretta. Però ammettiamolo...almeno tutti una volta nella vita hanno visto una creazione di una qualsiasi creativa e si son detti "'adesso ci provo pure io!". Quando quindi prendere spunto è sano e utile per la nostra crescita creativa e quando invece stiamo andando un po' oltre? 

La parola "copia" è molto forte, specialmente se detta tra colleghe creative. Può capitare anche frequentemente di vedere creative diverse riprodurre una stessa creazione (prendiamo di esempio il classico paio di orecchini con i biscottini o fan art di personaggi di cartoni animati), magari senza che queste creative si siano mai viste o parlate prima. Questo succede principalmente perché esistono creazioni che appartengono al repertorio comune delle realizzazioni in paste modellabili e soprattutto perché online sono disponibili moltissimi video tutorial gratuiti e accessibili in un click. In questi casi (secondo il mio parere personale) non si può parlare di copia spudorata, quando noi stessi alla fine stiamo riproducendo un qualcosa che qualcuno ha già fatto e che gentilmente ha reso pubblico. Accusare una creativa di aver copiato i nostri orecchini con i biscottini, realizzati a nostra volta dopo che abbiamo visto uno dei 15 video su you tube in cui viene spiegato come farli, è un tantino esagerato. 

Un po' diverso è il discorso nel caso in cui una creazione apparentemente unica come una rivisitazione particolare dei biscottini, una dollina con un viso particolare oppure un modo nuovo e innovativo di usare una tecnica comune, viene  riprodotta "tale e quale" senza che vi siano effettivamente tutorial e facendo finta di niente sull'autore originale della creazione. In questo caso il percorso più rispettoso e idoneo sarebbe citare il nome dell'artista da cui siete stati ispirati e magari provare a metterci un po' del vostro. 

E' più che giusto quindi, specialmente all'inizio, guardare e lasciarsi ispirare da altre creative perché alla fine da qualche parte bisogna pur cominciare e non è che "se non lo hai inventato tu, allora non lo puoi neanche provare a fare". Ricordatevi però che questo è un punto di partenza. Riprodurre con i medesimi particolari la creazione di quel creativo, magari dicendo anche di essere voi i primi ad aver realizzato quella creazione con quello stile, oppure proponendosi di vendere la creazione ispirata magari alla metà del prezzo, è irrispettoso. Piuttosto cambiate la forma, inventatevi un particolare solo vostro e trovate la vostra strada senza rinnegare "i maestri" che vi hanno ispirato. Lasciate che le creazioni e le tecniche di altri artisti mettano le basi per qualcosa di unicamente vostro. Magari ci vorranno mesi, anni o magari non finirete mai di mettere basi su basi, ma intanto vi avviate verso qualcosa che esprima quello che voi siete

E SE TI CAPITASSE DI ESSERE COPIATO, COSA FARESTI ?
La risposta può non essere quella che vi aspettate. Leggendo qui e là tra post e commenti di creative  sul tema, ci sono sempre due posizioni contrapposte che necessariamente fanno nascere grandi discussioni, scontri e guerre mondiali con tanto di fungo atomico. Si incontrano e scontrano due punti di vista: quelle orgogliose e grate di essere state copiate (e che quindi non vedono niente di male se a loro volta prendono spunto) e quelle che se mi copi e non mi citi ti accoltello (e quindi non prenderebbero mai spunto da qualcuno senza citare o comunque senza fare riferimenti all'artista originario). Questo genera il classico circolo vizioso in cui chi è grato di essere stato copiato potrebbe sfortunatamente prendere spunto e dimenticarsi di citare chi è  molto geloso delle proprie realizzazioni, generando un'incomprensione infinita. Come si risolve questo dilemma? Semplicemente provando a pensare alla classica frase "e se l'altro non la pensasse come me?". Non sempre quindi se per noi qualcosa è giusto, lo è anche per qualcun altro anche se abbiamo le stesse passioni creative. "L'essere ispirate" che è una condizione comune e bellissima nelle arti creative, può però essere interpretata in modi opposti. Ci incontriamo a metà strada? Prendete il giusto vizio di citare chi vi ispira e se volete proprio fare le creative super corrette e ligie al rispetto artistico chiedete direttamente all'artista se potete provare anche voi a usare quella tecnica o a fare quella creazione li. Oltre ad essere sicure di non sbagliare, fate anche una bella figura perché siete state corrette e rispettose.

E POI CI SONO I FURBI
Nel mondo della creatività se non sei creativo la domanda "che ci stai a fare?" sorge spontanea. Ebbene anche nell'hobbistica c'è sempre qualcuno che ci prova a prendere la scorciatoia, facendo finta di niente o meglio  facendo "quello che mi pare finchè non mi beccano" (cit. di una mente diabolica). Solitamente chi si comporta così ha la smania del guadagno facile, della notorietà e del "ti piace vincere facile" (con tremendi complessi di inferiorità annessi nel kit diabolico). Cosa faranno mai queste persone? Oltre a copiare spudoratamente creazioni altrui negando l'evidenza, non chiedono scusa anche davanti a palesi evidenze, rubano direttamente foto di altre creative per attirare clienti più velocemente e rullo di tamburi e squilli di trombe, sulle foto di altre creative ci mettono pure il loro marchio creativo! Tutto questo naturalmente non si può fare per legge, che queste persone ovviamente ignorano credendosi furbe. 

Siccome purtroppo la selezione naturale non sempre funziona e organizzare spedizioni punitive con eserciti di creative direttamente a casa di queste persone suona un po' come nazismo new age, qui sotto troverete qualche indicazione pratica e utile su come proteggersi. Grazie alle ragazze del gruppo facebook TUTTO SUL FIMO abbiamo elencato quello che è possibile fare per gestire queste spiacevoli situazioni al meglio:

Furto di foto 

  1. Non partire subito in quinta: lo so che stai già affilando la lama, lo so che hai la migliore amica, la nonna, il fidanzato a casa con le molotov pronte a partire, ma se vedi che una persona sta usando una tua foto senza il tuo permesso prova a chiedere se può togliere la foto. Se a questo primo punto segue una risposta che non ti garba (prima di mandare in spedizione la nonna con la molotov) segui i prossimi punti
  2. Segnala la persona su vari gruppi facebook di feedback e alle tue amiche creative: probabilmente questa persona potrebbe non aver rubato solo le foto di tue creazioni quindi comincia a far conoscere cosa sta succedendo anche ad altri creativi e probabili clienti di questi furbetti
  3. Segnala a facebook: se il furto di foto è avvenuto su facebook, in questi casi dovete segnalare a facebook "uso improprio della proprietà intellettuale" procedura che può essere fatta solo dall'effettivo proprietario della foto (non fatelo fare ad amici e parenti). Inoltre potete segnalare la pagina, profilo o gruppo in questione come "spam o truffa" perché effettivamente di truffa di tratta. Il problema che potrebbe sorgere in questi casi è che nonostante le segnalazioni, facebook lasci tutto così com'è. A volte invece le segnalazioni bloccano la pagina e levano tutto
  4. Vai alla polizia postale: è possibile fare una denuncia per uso improprio di opere di nostro ingegno. L'iter è a volte un po' lungo e assicuratevi comunque di essere hobbiste in regola (per scoprirlo leggi QUESTO ARTICOLO)
  5. Non te la prendere troppo, il karma esiste: chi fa questo cose è irrispettoso e meschino, e a meno che non sono persone intelligenti che si accorgono di aver sbagliato non la smetteranno tanto facilmente. Magari smettono con te poi cominciano con qualcun altro. Lo scenario che si prospetta per queste persone da una parte prevede clienti insoddisfatti e incazzati perché (guarda un po'!) "la creazione non è come quella in foto" e dall'altra capiterà che nella compulsione di usare foto di altre persone, questi geni della lampada pestino i piedi a qualche pezzo grosso che li denuncerà pesantemente.
  6. Firma sempre le tue foto: il fatto che una vostra foto non sia firmata non vuol dire che non vi appartenga però diciamo che mettere il vostro nome fa passare la voglia di prendere la foto e metterci un altro nome sopra. Posizionate la scritta in prossimità della vostra creazione in modo che non venga neanche tagliata, mettete sotto il vostro biglietto da visita o applicate sopra il famoso Watermark così da far passare la voglia anche ai più abili utilizzatori di photoshop. (Leggi QUESTO ARTICOLO per scoprire come firmare le tue foto)
Se queste personcine continuano imperterrite ad usare foto vostre dicendo che "lo possono fare perché non avete il copyright!", "lo hanno preso su google e se è su google lo possono fare", "ho trovato la foto per caso" stanno dicendo una marea di boiate. Vi consiglio la lettura di questo articolo  scovato sul web da Deborah Asper (membro di Tutto Sul Fimo) per conoscere i vostri diritti a riguardo oppure di informarvi presso un avvocato o un commercialista.

Copia di creazioni

Se le vostre creazioni sono state copiate la procedura è un po' diversa, complicata e costosa. Un conto se la foto viene rubata e potete tranquillamente attestare la proprietà visto che il copyright di una foto viene attribuito in automatico nel momento in cui viene pubblicata (e quindi se qualcuno la pubblica dopo di voi è la prova che vi hanno rubato l'immagine) un conto è un'opera artistica senza copyright che viene riprodotta (il deve essere acquistato con fior fior di soldi). In questi casi vige di più una legge morale in cui se lo ha fatto qualcun altro è meschino dire di non aver copiato, quando in realtà è successo palesemente. Per poter denunciare qualcuno di avervi "copiato un'opera" dovete avere il copyright e aver depositato i brevetti o disegni su quella creazione altrimenti non sappiamo se effettivamente potete vincere la causa in caso di denunce. La Disney ad esempio potrebbe denunciarvi se rifate una miniatura di topolino in fimo perché topolino è suo ed è coperto da copyright, se avete inventato una nuova doll e non avete il copyright su di essa chiunque potrebbe provare a rifarla e voi più che sperare che vi citino non potete fare. Per questo è importante citare e rispettare le creazioni altrui se alla fine non è frutto del vostro ingegno! 

Lo so che questo scenario è avvilente. Potreste dire "allora non pubblico più niente online così non mi possono copiare", ma non si scappa. C'è gente che fotografa di nascosto i banchetti dei mercatini creativi senza permesso per poi provare a fare le stesse cose a casa (*precisazione: non c'è niente di sbagliato a fare una foto ad un banchetto, ma magari prima chiedete educatamente se il proprietario è d'accordo e non fatelo di nascosto; Non c'è niente di male a provare a rifare con le vostre mani quella creazione l'importante è che non proponete di riprodurre la creazione per fare concorrenza sleale a quel creativo oppure negate di aver preso spunto da qualcun altro). Queste situazioni ci sono non solo nel mondo creativo, ma anche nelle industrie (pensate a grandi marche di prodotti come si scopiazzano per farsi concorrenza), nel lavoro, a scuola ecc. 

La cosa migliore da fare è prima di tutto conoscere che ci sono queste situazioni, sapere come proteggersi e avere la coscienza a posto.

"Possono rubarti l'idea, ma non il talento
(cit. di una magra consolazione) 

Post più popolari

COME AMMORBIDIRE PANETTI DI PASTA POLIMERICA VECCHI, DURI e che si SBRICIOLANO : i prodotti e le tecniche consigliate

COME SCRIVERE SUL FIMO - tutti i metodi e le tecniche per scrivere sulle paste polimeriche

COME LUCIDARE LE CREAZIONI IN FIMO: tutti i metodi consigliati e non consigliati per lucidare le paste polimeriche

LA COTTURA DEL FIMO: come si cuoce il fimo

TUTTO SUL FIMO- Primi passi con il Fimo: cos'è e come si usa

Ricetta della pasta di mais - porcellana fredda senza cottura

COME INCOLLO IL FIMO A TUTTE LE SUPERFICI

LA RICEVUTA GENERICA: cos'è, come compilarla e perché farla se vendi creazioni artigianali

COME CONSERVARE I PANETTI DI PASTA POLIMERICA APERTI: tutti i metodi consigliati e non consigliati

COSA PUO' CUOCERE INSIEME AL FIMO? Tutto quello che puoi e non puoi mettere in forno quando realizzi creazioni